BIOGRAFIA

“il desiderio di   c r e a r e   è il più profondo nell’animo umano” cit Uchtdorf

Architetto Ticinese con esperienza Internazionale.

Jasmine inizia la sua carriera come apprendista disegnatrice edile presso lo Studio

Raimondo Ghielmetti di Mendrisio, all’età di 14 anni.

Il lavoro pratico da eseguire per lo studio, unito alle sue spiccate capacità creative e la passione per tutto quanto riguarda il design e lo spazio di vita, le permettono di imparare velocemente e di confrontarsi sin da subito con diversi lavori in fase d'opera, già durante il periodo d’apprendistato.

Da qui e su Curriculum, inizia a frequentare SUPSI, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana a Lugano, per seguire il Corso di Laurea in Architettura.

Durante il primo anno di studi mostra un particolare talento e predisposizione per la materia dello spazio abitativo ed ottiene così dai professori la selezione per il progetto Erasmus2010, un programma infra-universitario di scambio studentesco.

L’esperienza di trasferirsi all’estero e di eseguire il suo secondo anno di studi in Spagna, presso il Politecnico di Valencia, le permette di ampliare la propria visione architettonica dal mondo Ticinese a quello Internazionale, oltre che imparare e vivere a pieno una nuova cultura e un'altra lingua.

Nel 2011 conclude gli studi presso SUPSI ottenendo una laurea con onore presso l’atelier dell’architetto Ticinese Domenico Cattaneo di Bellinzona. La sua tesi di Bachelor ”L’aquilone – Scuola dell’infanzia a Bellinzona” viene selezionata per partecipare a diversi concorsi nazionali oltre che essere pubblicata ufficialmente.

Decisa a voler esplorare il mondo e le sue culture, e grazie aI ricavato successo ottenuto con la tesi, nel 2012 si trasferisce in Australia, dove frequenta per sei mesi un corso di lingua Inglese e viaggia attraverso il continente Oceanico.

Nel Gennaio del 2013 firma un contratto di lavoro come Junior Architect per uno studio d’architettura Svizzero – Cinese, trasferendosi in Asia, a Shanghai in Cina. Il contatto con la realtà professionale di un paese in via di sviluppo e la cultura asiatica, la influenzano profondamente. Nel periodo di nove mesi lavora a cinque grandi progetti, in ambito educativo ed industriale, anche come leader, conducendo un team di tre persone, e vedendo il realizzarsi dei propri disegni con orgoglio e soddisfazione.

Viaggia in Cina e in tutti i paesi dell’arcipelago Sud-Est asiatico.

​Lascia Shanghai nel Novembre del 2013 per tornare in Svizzera ed iniziare il Corso di Master presso USI, Università della Svizzera Italiana - Accademia di Architettura di Mendrisio.

Un'ampio percorso di formazione tecnica acquisito alla SUPSI unito all’esperienza lavorativa estera le ha permesso di frequentare diversi atelier di architetti ospiti all’accademia, come l’architetto Indiano Bijoy Jain e l’architetto Giapponese Go Hasegawa. Nel Giugno del 2015 conclude la sua formazione in collaborazione con l’aterier del riconosciuto architetto Svizzero Mario Botta, che le conferisce il Diploma di Master in Architettura a pieni voti con onore.

La tesi di Master presentata “MAXIMUM – Cohousing a Mendrisio” ha ricevuto riconoscimenti importanti da grandi nomi dell’architettura Ticinese, come l’architetto Aurelio Galfetti, che ha definito Jasmine un artista completa.

Al termine degli studi accademici, inizia una collaborazione con USI occupandosi del progetto per la nuova Biblioteca del Campus di Mendrisio.

 

A firma un contratto come Architetto con lo studio Luganese Buletti Fumagalli e Associati, occupandosi personalmente del progetto di massima per la ristrutturazione del Palazzo di Giustizia di Lugano.

Con l'inizio del 2017 concorre ed ottiene la nomina quale funzionaria pubblica ed entra a far parte dell'Amministrazione Cantonale quale Collaboratrice Tecnico Amministrativa presso la Sezione del militare e della protezione della popolazione a Bellinzona.